ISO 22000:2005 HACCP

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) è un sistema di autocontrollo che ogni operatore nel settore della produzione e nella somministrazione di alimenti deve mettere in atto al fine di valutare e stimare pericoli e rischi e stabilire misure di controllo per prevenire l’insorgere di problemi igienici e sanitari. Il sistema HACCP nasce dall’esigenza di garantire la salubrità delle preparazioni alimentari.

Le norme ISO 22000, BRC, IFS, EUREP GAP, EFSIS rappresentano i nuovi standard mondiali di riferimento in tema di igiene e sicurezza alimentare. Messi a punto dai grandi gruppi di acquisto le norme definiscono i requisiti che le aziende del settore agroalimentare devono possedere per garantire al prodotto alimentare standard elevati di sicurezza igienica. Il possesso di queste certificazioni da parte delle aziende alimentari rappresenta la porta d’ingresso privilegiata per entrare come fornitori nella grande distribuzione.

La norma ISO 22000 è stata sviluppata con l’obiettivo di armonizzare, a livello internazionale, i requisiti relativi alla gestione della sicurezza alimentare lungo l’intera filiera e di fornire uno strumento per sviluppare il metodo HACCP lungo tutta la filiera agroalimentare, anche alla luce della recente normativa comunitaria.

Essa principalmente consente i seguenti benefici all’organizzazione:
• identificazione e rintracciabilità, tra l’azienda interessata e i diversi attori a monte e a valle della filiera di fornitura;
• metodologia HACCP, applicata secondo i principi del Codex Alimentarius, con particolare attenzione rivolta all’analisi dei rischi sulla sicurezza degli alimenti;
• piano dei prerequisiti strutturali ed operativi per la gestione dei rischi per la sicurezza degli alimenti attraverso misure preventive di abbattimento e controllo del rischio.

Tutto questo avviene con l’ausilio di un laboratorio terzo, accreditato secondo la ISO 17025, in modo da dare imparzialità e ripetibilità alle analisi.